Integriamo i nuovi servizi Yahoo! BOSS nelle nostre App

Qualunque sviluppatore che si sia trovato di fronte alla necessita di integrare nei propri applicativi web/mobile concetti come il geocoding, si sarà imbattuto, anche per sbaglio, nel potente e diffuso servizio offerto dalla casa di Montain View: The Google geocoding API. Ma non è di Google che vogliamo parlare, ma ben si di un altrettanto interessante e ricco strumento che ci permette di risolvere problematiche legate alla geolocalizzazione, ovvero i servizi offerti da Yahoo! Developer Network. Sono diversi i motivi che ci hanno portato a scegliere Yahoo piuttosto che Google. In questa particolare circostanza dovevamo trovare un servizio meteo da incorporare in un App iOS e tra le varie opzioni la scelta è caduta proprio su Yahoo! Weather RSS Feed. Volutamente non scendiamo nei dettagli di questo ottimo servizio che corrispondeva esattamente alle nostre necessità, ma vi mostro una semplice specifica per motivare il tema di questo articolo. Il servizio meteo richiede un parametro WOEID che identifica univocamente una località georeferenziata per ottenere le condizioni meteorologiche contestualizzate. Questo parametro fin’ora lo ottenevamo proprio dal servizio di geolocalizzazione Yahoo! Maps Web Services – Geocoding API. Dandogli “in pasto” un indirizzo o il nome di una località, questo servizio risponde con un elenco di possibili elementi geolocalizzati affini a tale richiesta definiti proprio dal codice univoco corrispettivo (WOEID). Fin qui tutto chiaro e semplice, supportati dalla chiara ed esaustiva documentazione abbiamo pubblicato l’App e ci siamo goduti il risultato fino a quando la fatidica notizia che il 17 Novembre 2012 tale servizio sarebbe divenuto a pagamento (link) e più precisamente sarebbe diventato il nuovo Boss Geo Service. Il prezzo del nuovo WS sarà...