Lo schermo che non si fa toccare

Lo schermo che non si fa toccare

Samsung ha appena depositato un brevetto che ci fa pensare ad un’evoluzione del touchscreen.

La scansione dell’iride e la rilevazione dei movimenti delle palpebre sono i presupposti per un cambiamento radicale nell’utilizzo dei dispositivi mobile del futuro (forse neanche troppo lontano).

Non sarebbe la prima volta per Samsung che aveva già approdato nella tecnologia eye-tracking, implementando un sistema di scorrimento delle pagine comandato dallo sguardo.

Il rilevamento dei movimenti dell’occhio e la chiusura delle palpebre diventano dati per controllare i comandi corrisposti a tali movimenti/intenti dell’apparato visivo.

Il metodo che sta alla base di questo tipo di riconoscimento dello sguardo umano non è nuovo, ma potrebbe essere, senz’altro, un nuovo modo di concepire l’utilizzo dei mezzi di comunicazione di massa.

http://www.androidiani.com/news/gli-occhi-al-posto-delle-dita-il-futuro-secondo-samsung-236620

 

Print Friendly
condividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone