Padania Acque S.p.A. è anche mobile, con Acqua Tap.

Padania Acque S.p.A. è anche mobile, con Acqua Tap.

23 febbraio 2017 – Conferenza stampa di presentazione di Acqua Tap, l’app di Padania Acque S.p.A.. Un filo diretto fra cittadini e Padania Acque S.p.A.. Con Acqua Tap il rapporto fra Azienda e utenti diventa più snello e agevole. Raccolta dati, segnalazione guasti, aggiornamento su interventi e ultime comunicazioni sono solo alcuni egli ambiti di intervento.   Quali sono le funzionalità? Autolettura on-line, punti di analisi dell’acqua potabile, case dell’acqua, segnalazione guasti e stato aggiornato degli interventi in corso: tutto questo, e altro ancora, con un’app gratuita, veloce e semplice da usare. Potrai effettuare l’autolettura direttamente dal tuo smartphone, trovare i punti di analisi dell’acqua potabile, segnalare i guasti eventuali, verificare lo stato degli interventi in corso ed altro ancora. Scarica Acqua Tap su App Store oppure Google Play.     Scopri tutte le funzionalità di Acqua Tap, l’app di Padania Acque S.p.A., navigando il sitoweb ufficiale di presentazione della app. Scopri anche il nuovo sitoweb aziendale di Padania Acque S.p.A.   Cremona, Padania Acque S.p.A.: nuovi servizi per i cittadini Padania Acque S.p.A. Cremona con Acqua Tap è smart   Maggiori informazioni – rassegna stampa: Padania Acque è smart: con Acqua Tap e il nuovo sito, servizio più accessibile Padania Acque S.p.A. Cremona con Acqua Tap è smart Cremona, Padania Acque è più smart...
Eicma 2016: “UpMap” la app per la tua moto!

Eicma 2016: “UpMap” la app per la tua moto!

“UpMap” la app innovativa by Termignoni verrà presentata a Eicma 2016, l’esposizione internazionale ciclo e motociclo. Non mancheranno dimostrazioni in tempo reale, per vivere un’esperienza super tecnologica!         Cos’è UpMap? Immagina la solita situazione: sei in sella alla tua moto, ti stai divertendo a sfrecciare sulle strade che ami ma senti che la moto non risponde come vorresti. Cosa si potrebbe fare per rendere più smart il tuo viaggio? Sarà necessaria qualche regolazione di cui non sai nulla? Termini il giro divertendoti meno del previsto e ti prepari a portarla in officina per una consulenza e una bella registrazione. Immagina ora un finale diverso: quando senti che qualcosa non va al massimo ti fermi, colleghi la tua app UpMap al veicolo, su cui è installato l’omonimo dispositivo, fai le regolazioni necessarie e ti godi la tua gita divertendoti fino in fondo. Ecco cos’è UpMap: una App collegata a un dispositivo, di cui porta il nome, che ti permette di migliorare le performance del mezzo in modo semplice, intuitivo e veloce modificando i parametri del motore, in completa autonomia. Ottima su strada dà il meglio in pista. Un dispositivo, una app, infinite possibilità   Come funziona UpMap? Il sistema è semplice e costituito da due parti: una è il dispositivo vero e proprio che viene collegato al cavo diagnosi della moto, l’altro è la app, sviluppata da Xonne per Termignoni, che permette di monitorare e regolare i parametri del mezzo.       Ma non finisce qui, perché le funzionalità di UpMap sono molte altre e ti permettono di verificare costantemente il veicolo evidenziando eventuali problemi, mappando...
Xonne e Liberi di Muoversi all’evento Samsung che chiude #App4Tomorrow

Xonne e Liberi di Muoversi all’evento Samsung che chiude #App4Tomorrow

Tecnologia e disabilità è un binomio che ormai non stupisce più: l’innovazione high tech applicata alla protesistica e ai sistemi di comunicazione per chi è fisicamente svantaggiato sono sempre di più un supporto importante per la vita quotidiana di tanti cittadini. Ma nuove tecnologie applicate al settore di chi si muove con difficoltà può voler dire molto altro. In Xonne ci crediamo e per l’Associazione Liberi Di Muoversi abbiamo creato l’omonima app per mappare “dal basso” le strutture italiane di ogni tipo per classificarle secondo la fruibilità a chi, in modo permanente o temporaneo, ha problemi di mobilità. Per portare la app sugli smartphone Android con un sistema di programmazione nativo e non crossplatform, Liberi di Muoversi ha partecipato al percorso formativo #App4Tomorrow di Samsung Italia che aveva come scopo la riqualificazione professionale di giovani provenienti da settori completamente diversi rispetto a quello del coding. Parte integrante del percorso dei partecipanti, infatti, è stato lo sviluppo di progetti reali a servizio di Organizzazioni No Profit, Culturali o di Pubblica Utilità come Onlus, teatri, musei, AUSL, ecc…Xonne scelta come partner tecnologico, ha avuto l’incarico di coordinare il team portandolo allo sviluppo di un prodotto funzionante che sarà la base di tutte le future evoluzioni di Liberi di Muoversi. Dopo questo grande lavoro, lunedì 3 ottobre si è celebrata la conclusione di questo percorso sfidante con la presentazione dei progetti e la consegna dei diplomi agli studenti, nella cornice futuristica della Samsung Arena presso il Samsung District di Milano. Il nostro grazie va ovviamente a Samsung Italia, al MIP del Politecnico di Milano e in particolare al prof. Filippo Renga, e ovviamente a Daniele Rossato, Cindy Isabel Yupanqui...
Samsung APP Academy – Xonne è Partner di Samsung e del Politecnico di Milano

Samsung APP Academy – Xonne è Partner di Samsung e del Politecnico di Milano

SAMSUNG APP ACADEMY, App4Tomorrow edition. Lunedì 3 ottobre 2016, ore 10:30 – Vieni a conoscere gli ultimi trend della App Economy e a scoprire le nuove app realizzate dagli studenti per i cittadini. Xonne è stata invitata all’evento #APP4TOMORROW nel ruolo di Partner di Samsung e del Politecnico di Milano. Alcuni ragazzi del corso presenteranno il progetto “Liberi di Muoversi” (realizzato come 1° versione di App da Xonne) illustrando tutte le migliorie apportate all’App a livello estetico e funzionale, che hanno sviluppato durante questa edizione di Samsung App Academy. Lunedì 3 ottobre 2016 si concluderà la terza edizione di Samsung App Academy, il corso gratuito organizzato da Samsung in collaborazione con il MIP, School of Management del Politecnico di Milano per offrire ai giovani talenti la possibilità di imparare a sviluppare app. L’edizione di quest’anno – APP4Tomorrow – ha visto lavorare ragazzi a stretto contatto con le aziende partner attive nel sociale, nell’industria culturale e nel settore ICT, per sviluppare App in grado di rispondere ad esigenze della comunità locale, in ambiti quali Inclusione, Arte e Cultura, Salute e Disabilità....
“Ulo”, il gufo elettronico per la videosorveglianza della vostra casa

“Ulo”, il gufo elettronico per la videosorveglianza della vostra casa

“Ulo” è nato dall’idea della designer Vivien Muller: prendere come punto di partenza un oggetto utile nella vita quotidiana e trasformarla, sia esteticamente che funzionalmente, in modo più interattivo e divertente. Guarda il video:             TECNOLOGIA Ulo, definito come un “gufo interattivo per il monitoraggio della casa“, è una vera e propria videocamera di sorveglianza dotata delle funzioni standard come scattare fotografie e registrare brevi filmati. Entrambi possono essere poi inviati tramite email o caricati sui propri account cloud, in simbiosi con il proprio smartphone.   DESIGN, FUNZIONALITA’ E INNOVAZIONE In fase di progettazione “Ulo” è stato disegnato nella forma di un Gufetto amichevole con due grossi occhi, che muovendosi indicano la zona videosorvegliata, in grado di riprodurre più espressioni (movimento, cambio di colore, forma e dimensione degli occhi). Sembrerà proprio di avere un vero animaletto in casa che osserva ed ascolta quello che succede, progettato per poter essere appoggiato o appeso a pareti verticali, grazie ad una comoda base rotante e a una serie di magneti adesivi dati in dotazione.     Accedendo ad una pagina web e una APP dedicata per il vostro smartphone, è possibile personalizzare il colore, la forma e la dimensione degli occhi di Ulo per abbinarli con le tonalità dell’interior design di casa e al proprio gusto. Sul suo schermo non vengono visualizzati loghi o icone, ma capirete immediatamente che cosa passa per la mente del vostro gufetto.   Inoltre è possibile impartire i comandi con dei semplici tap sul suo capo. Con un solo colpo lo si spegne, con due colpi lo si attiva in modalità allarme. Se...
La prima stampante 3D per smartphone è italiana

La prima stampante 3D per smartphone è italiana

Si chiama Olo ed è italiana, creata da Filippo Moroni e Pietro Gabriele dello studio Solido3D (specializzato da 15 anni nel mondo della stampa digitale e della prototipazione rapida). Olo è una stampante 3D collegata senza fili allo smartphone (sfrutterà fra le altre cose la luce emessa dallo schermo del telefono), permettendo tramite l’utilizzo di una APP (Android e iOs) di caricare i propri disegni o di realizzarne dei nuovi, producendo in circa 8 ore piccoli oggetti di dimensione massima 7,6 x 12,7 x 5 cm.           Un’invenzione prima nel suo genere che promette di dare a tutti per soli novantanove dollari la possibilità di stampare oggetti a proprio piacimento. Olo è stata presentata alla prestigiosa fiera della scienza Maker Faire di New York, permettendo allo studio Solido3D di vincere un premio. Tecnologia: open source e chiunque potrà contribuire a migliorarla. Prezzo iniziale: 99$ (comprenderà anche una dose iniziale di resina per creare il primo oggetto) Materiale per la prototipazione: Resina chimica.   Maggiori informazioni: corriereinnovazine.corriere.it...
Pagina 1 di 1412345...10...Ultima »